Intervista all’assessore Francesco Gullo: viabilità, parcheggi e isole pedonali

pubblicato originariamente su In Cammino, Anno XIX – N. 5 (177), Maggio 2008, pag. 7

Intervista all’assessore Francesco Gullo

Nel nostro precedente numero di Aprile ci siamo occupati di viabilità a Patti e delle relative problematiche, quali l’istituzione di isole pedonali e la gestione dei parcheggi; avendo fatto riferimento all’azione amministrativa dell’assessore al ramo, il dott. Francesco Gullo, abbiamo ritenuto opportuno intervistarlo per sentire direttamente da lui quali risposte e quali soluzioni l’amministrazione comunale, e il suo assessorato in particolare, intendano dare ai problemi evidenziati.

D.: Dott. Gullo, i pattesi non hanno un luogo dove poter tranquillamente passeggiare nel centro di Patti, in inverno, e a Patti Marina d’estate, eccezion fatta durante il mese di Agosto.
R.: L’istituzione di isole pedonali è purtroppo condizionata dalle peculiarità del nostro territorio. Tra le intenzioni dell’amministrazione c’è quella di istituire l’isola pedonale in via Trieste la domenica.

D.: A proposito di via Trieste, si era detto in passato che sarebbe stato allargato il marciapiede; come mai non lo si è più fatto?
R.: In effetti l’intenzione rimane ma è legata ad un progetto più ampio che prevede anche l’istituzione del senso unico in via Trieste.

D.: In pieno centro cittadino, alle spalle di via De Gasperi, a 200 metri dalla piazza principale, esiste un parcheggio praticamente inutilizzato e noto forse solo a parte dei pattesi; come mai non è stata predisposta un’adeguata segnaletica per indirizzarvi soprattutto gli automobilisti che vengono da fuori e non ne conoscono l’esistenza e l’ubicazione? Sembra che l’amministrazione non voglia fare nulla per indurre gli automobilisti ad utilizzarlo, eppure esiste e per di più in pieno centro cittadino.
R.: Mi rendo conto che l’unica segnalazione esistente è insufficiente, pertanto colgo positivamente il suggerimento e mi impegno a fare di più, ovvero a predisporre nell’arco di qualche mese, all’ingresso del paese, indicazioni chiare, non solo per il parcheggio di via De Gasperi, ma per tutte le aree di parcheggio esistenti all’interno della città.

D.: Inutile nasconderselo, è sotto gli occhi di tutti, a Patti la viabilità è spesso caotica e disordinata; l’automobilista pattese si comporta in modo incivile e come un autentico padrone della strada, che non tiene conto di vivere in mezzo agli altri, egoista e irrispettoso verso persone e regole; ma quel che stupisce è il grado di tolleranza verso i parcheggi selvaggi (parcheggi in divieto di sosta, parcheggi in doppia fila, parcheggi destinati agli autobus occupati dalle autovetture) in prossimità e non dei parcheggi a pagamento (piazza dei Normanni, via Mazzini, via Trieste, via XX Settembre, via Vittorio Emanuele, ecc.).
R.: Alla Polizia Urbana è stato raccomandato di essere tolleranti nei confronti degli automobilisti ma di essere, anche, inflessibili quando essi non si adeguano alle norme del codice della strada.

D.: Quindi lei sta asserendo che i problemi della viabilità a Patti dipendano solo ed esclusivamente dalla Polizia Municipale?
R.: Assolutamente no, anche perchè il numero delle multe elevato negli ultimi anni è raddoppiato e questo sta ad indicare un aumento dell’attività di controllo; d’altra parte bisogna considerare la vastità del territorio e l’esiguità del personale cui stiamo cercando di ovviare con nuove assunzioni proprio per contrastare con maggiore efficacia questo andazzo, augurandoci di cogliere entro i prossimi mesi l’obiettivo che ci siamo prefissati in tal senso.

D.: Eppure nonostante l’aumento di organico della Polizia Municipale, sembrerebbe ugualmente esserci troppa tolleranza verso i comportamenti incivili degli automobilisti; e questo a nostro avviso non è giustificabile.
R.: Non ritengo che a Patti ci siano comportamenti incivili molto diffusi, ma nei pochi casi che dovessero manifestarsi la risposta deve essere inflessibile.

D.: Per chiudere questa intervista, cosa ritiene di poter fare, assessore Gullo, per indurre gli automobilisti pattesi a perdere le loro cattive abitudini e a disincentivare tra di loro l’uso spesso ingiustificato dell’automobile? (usata anche quando potrebbero essere percorsi brevi tratti di strada a piedi)
R.: Questo lo abbiamo già iniziato a fare, infatti, i parcheggi a pagamento sono stati istituiti anche con questo scopo; il messaggio per il pattese che abita a 200 metri dal negozio preferito è di lasciare la macchina sotto casa e di raggiungerlo a piedi. Certamente c’e’ ancora molto da fare. Soprattutto in tema di sensibilizzazione. Un’idea che stiamo elaborando prevede il coinvolgimento dei bambini e dei giovani. Infatti, se è difficile sradicare le cattive abitudini negli adulti, i più giovani una volta educati conservano il messaggio per tutta la vita.

D.: Per chiudere questa intervista, l’amministrazione pensa di fare qualcosa per potenziare l’attuale livello di servizio del trasporto pubblico cittadino (istituendo ad es. dei minibus navetta tra il parcheggio di via De Gasperi ed il centro cittadino)?
R.: Quello di istituire una navetta che colleghi il parcheggio di via De Gasperi al centro è un valido suggerimento che terremo senza dubbio in considerazione. È importante che gli organi di informazione ed i cittadini collaborino con proposte, suggerimenti e, perché no, anche, con critiche nei confronti di chi amministra. Solo con la collaborazione di tutti si possono raggiungere quegli obiettivi importanti che la nostra città merita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...